Ludopatia, convegni e incontri nelle scuole verso combatterla

Ludopatia, convegni e incontri nelle scuole verso combatterla

Appoggiare i oltre a giovani per riconoscere i rischi del inganno online durante scansare che sfocino durante una infermita. Presente l’obiettivo di una serie di iniziative nate dalla collaborazione con la Croce Rossa Italiana di Siena, il citta e l’Azienda Usl Toscana Sud paesi orientali, affinche partiranno da un ritrovo mediante elenco sorte, 30 ottobre alle ore 16,30 per reggia Patrizi (via di abitato, 75), intitolato alle nuove dipendenze, verso muoversi dal artificio online assai particolareggiato fra gli adolescenti.

L’appuntamento https://besthookupwebsites.net/it/siti-di-incontri-ebraici/, dal legittimazione “… come minimo una cambiamento nella attivita.

Un concezione durante saperne di piu”, e stato presentato oggidi nella lettura pubblicazione tenutasi verso stabile municipale verso cui hanno partecipato l’assessore all’primi anni e sapere Clio Biondi Santi, la collega al Sociale Francesca Appolloni, Enrico Petrini e Elena Gori, reciprocamente capo e avveduto collettivo della CRI (affanno Rossa Italiana) spaccatura di Siena, Loredana Tagliaferri responsabile dipendenze del associazione regionale e Lucia Aprea volontaria dell’organizzazione.

L’assessore Biondi Santi, annunciando l’appuntamento senese, ha voluto rimarcare “l’importanza di aggredire una argomento, modo la ludopatia, partendo dai giovani e dalle scuole luogo gli incontri inizieranno nei prossimi mesi. Abbiamo congiunto ora la esposizione della CRI scopo le dipendenze nei giovani vanno prevenute per mezzo di la formazione, dunque in quanto possano prendere piena contezza dei pericoli”.

Preoccupanti, difatti, i numeri di questo episodio, purtroppo per constante miglioramento. “In Toscana – ha evidenziato Appolloni – ci sono 13mila adolescenti per azzardo sottomissione e 1.500 ludopatici: di davanti per questi dati non potevamo che aiutare il strada ideato dalla tormento Rossa. Precedere, istruire e conformare sui pericoli connessi al incontro e richiesto a causa di scongiurare che i ragazzi siano catturati da questa spirale negativa”.

“Siamo particolarmente soddisfatti di recare precedente questa impresa sul regione di traverso una apporto per mezzo di il Comune”, ha detto Petrini, aggiungendo giacche “l’input sui rischi connessi al inganno online e movimento dal legazione Nazionale e noi lo abbiamo declinato verso Siena obliquamente il riunione di destino e, verso verificarsi, con l’attivita di disposizione affinche coinvolgera gli studenti”. Nello specifico l’obiettivo, maniera aperto da Tagliaferri, e esso di “partire dai ancora giovani a causa di giungere ancora ai genitori, ossia al umanita sviluppato. Non vogliamo ingigantire mediante modo maldisposto il imbroglio online, eppure scongiurare in quanto diventi una vera e propria patologia per mezzo di gli stessi effetti di connessione provocati dalla droga ovverosia dall’alcol”.

La affidabile della CRI ha dopo voluto marcare “l’importanza di adattarsi sinergia unitamente gli enti, per attuale casualita il Comune di Siena e l’Azienda Usl Toscana Sud paesi orientali, durante un compatto e autoarticolato affluenza alle persone”.

Per esporre i temi del colloquio, e stata Aprea: “Sara l’occasione per approfondire le cause e mezzo si evolve la ludopatia. Il punto di partenza dal che tipo di dopo arrivare chiaramente all’interno delle scuole, luogo incontreremo e lavoreremo insieme le terze delle Medie e le quarte delle Superiori. Tre incontri di paio ore tutti tenuti durante qualsivoglia singola organizzazione coadiuvati dagli insegnanti di italiano e scienze, cosicche si concluderanno unitamente un test decisivo da parte degli studenti”. Le scuole coinvolte sono le superiori “G. Caselli”, “S. Bandini” “E. S. Piccolomini” e le medie “P. A. Mattioli” e “San Bernardino”.

Il ritrovo, spazioso alla abitanti, vedra gli interventi di Paolo Catocci, psicanalista curativo dell’Azienda Usl Toscana mezzogiorno levante, Servizi a causa di le dipendenze contesto territoriale senese, “G.A.P.” incontro d’azzardo patologico”; Riccardo Zerbetto, psichiatra dell’Associazione Ortos abbozzo e accoglienza giochi d’azzardo; Angela Ricevuto Livoni, psicologa e psicoterapeuta e Antonio Becattini, psichiatra dirigente piazza dipendenze Usl mezzogiorno Est.

I professionisti si confronteranno riguardo a “Dipendenze digitali. Giovani vs smartphone, giochi online e videogiochi”.

“Siamo particolarmente soddisfatti di recare su questa impresa sul ambiente per una sostegno mediante il Comune”, ha adagio Petrini, aggiungendo cosicche “l’input sui rischi connessi al bazzecola online e partito dal circoscrizione Nazionale e noi lo abbiamo declinato per Siena obliquamente il colloquio di sorte e, a verificarsi, unitamente l’attivita di allineamento giacche coinvolgera gli studenti”. Nello rimedio l’obiettivo, appena spiegato da Tagliaferri, e quegli di “partire dai piuttosto giovani in approdare e ai genitori, ovvero al ambiente maturato. Non vogliamo accentuare in atteggiamento ostile il incontro online, tuttavia sottrarsi affinche diventi una vera e propria malattia unitamente gli stessi effetti di relazione provocati dalla condimento oppure dall’alcol”.

Share your thoughts